Saluto del Dirigente Scolastico

Saluto del Dirigente Scolastico

  • 93
  • Condividi

Rivolgo un pensiero affettuoso a tutta la comunità scolastica che ho avuto il privilegio di dirigere e che mi ha consentito di incontrare persone professionalmente valide, collaborative e con spiccate doti umane.
E’ giunto anche per me, dopo 46 anni di servizio, il momento di voltare pagina, di iniziare un nuovo futuro. Il pensionamento segna un passaggio fondamentale, un cambiamento radicale di vita e genera incertezze, progetti, timori e anche speranze. Da molti questo traguardo è inseguito come un sogno, da altri temuto e rimandato quanto più in là è possibile ed io sono tra questi ultimi, in quanto chiudo questa mia pagina lavorativa con grande nostalgia ma anche con la convinzione di aver dedicato alla scuola il meglio di me stessa per aver operato sempre con entusiasmo, con amore e senza arrendermi mai davanti alle difficoltà.
Lascio questo servizio, quindi, con la consapevolezza di aver svolto il mio lavoro con passione, lealtà, rigore etico, avendo chiesto a me stessa più di quanto ho preteso dagli altri. E so di aver preteso tanto.
Tanti anni di lavoro trascorsi in fretta, prima come docente di Matematica e Fisica e poi come Dirigente. Ho avuto la fortuna o la caparbietà di aver fatto tutto rapidamente. Mi sono laureata a 22 anni e mezzo, ho vinto il concorso a cattedra a 27, quello a Dirigente a 37 anni ed ora, anche in difetto di età, devo andare in pensione.
Sono arrivata a Portici dopo aver girato l’Italia, dalla Lombardia, alla Basilicata e poi alla Campania. Prima all’ Istituto Enriques, nel 2000, poi al Carlo Levi ho incontrato persone degne di stima, professionalmente valide e che a vario titolo mi hanno consentito di realizzare e promuovere modelli di apprendimento rispondenti ai bisogni formativi dei giovani.
Con il contributo di tutto il personale docente e ATA, con la passione e l’entusiasmo che penso di aver saputo trasmettere, abbiamo rivoluzionato il Carlo Levi. Da semplice ITC il Carlo Levi è diventato un Istituto di Istruzione Superiore con una molteplicità di indirizzi quali il liceo scientifico, il turismo, il grafico, l’informatico, il chimico e successivamente al dimensionamento ,anche con l’annessione dell’istituto professionale, si è imposto come punto di riferimento sul territorio.
Abbiamo saputo cogliere l’opportunità di finanziamenti europei, Pon, Por, Fesr e altri, la cui gestione ha comportato un forte impegno ma grazie ai quali siamo riusciti a migliorare gli ambienti scolastici, a potenziare l’ educazione tecnologica ,a realizzare progetti formativi per il personale e per gli allievi con riscontri concreti in termini di miglioramento di competenze e di abilità.
Siamo Centro Polifunzionale di Servizio ed abbiamo collaborato con il Ministero degli Scambi Culturali nella realizzazione di una miriade di progetti per tutte le scuole dell’Italia Meridionale: Campania, Abruzzo, Basilicata, Puglia, Sicilia e Sardegna.
Siamo Centro Territoriale per l’inclusione di allievi diversamente abili e non da ultimo siamo stati scelti dal Ministero per la realizzazione del curriculum digitale degli studenti.
Abbiamo raccolto anche la sfida della valutazione partecipando ai diversi sistemi nazionali consolidando esperienze e competenze che mi hanno consentito di essere nominata componente del nucleo di valutazione dei dirigenti scolastici.
Anche l’istruzione per gli adulti, con il corso serale Moda, ci ha consentito di sperimentare un mondo scolastico fatto di adulti che vogliono migliorare il loro futuro e di docenti attenti alle esigenze di ognuno.
Per tutto ciò, e anche per altro, ringrazio tutto il personale docente e i miei collaboratori di ieri e di oggi: i proff. Gentile, Sannino, D’Ambrosio, Aletta e tutto lo staff di Dirigenza, il Middle management, il Prof. Gallo, il prof. Scognamiglio ora diventato un abile collega, i proff. D’Elia, Liverino, Coppola, Ausiello, Lombardi e tanti altri che mi hanno supportato.
Un ringraziamento particolare va al DSGA Varini che con competenza e abilità mi ha sostenuto ed ha guidato tutto il personale ATA. Gli assistenti amministrativi tutti hanno sempre dato la propria disponibilità e la massima collaborazione per le innumerevoli attività realizzate nella nostra scuola che è stata in tutti questi anni una vera fucina di servizi. Un ringraziamento va anche ai collaboratori scolastici e agli assistenti tecnici nonchè alla custode Maria Vierti per il costante impegno profuso anche al di là del proprio orario di servizio.
Un pensiero affettuoso va a tutti gli alunni, i veri protagonisti della scuola, che con la loro intelligenza, i loro problemi e i loro bisogni sono stati sempre al centro dei miei pensieri e delle nostre azioni.
Sono fiera del lavoro svolto; passo il testimone con l’auspicio che la scuola possa continuare ad essere punto di riferimento sul territorio.
Auguro a Voi tutti che si sappiano raccogliere e vincere le nuove sfide che le trasformazioni sociali, politiche e tecnologiche comportano, forti però di un patrimonio di esperienze che in questa scuola in tutti questi anni si è sedimentato.
Di questa scuola, della “mia scuola”, consentitemi, serberò sempre vivo ed affettuoso il ricordo e lascio, a voi che rimanete, il compito di renderla migliore.
Sono stata con voi più di vent’anni e il ricordo dei nostri momenti insieme sarà sempre vivo in me. Vi porterò nel mio cuore con affetto sincero e con la speranza che la nostra amicizia non vada persa. Sarò sempre disponibile per ognuno di voi, per un consiglio, un chiarimento o semplicemente per uno scambio reciproco di affetto.
Vi sono grata per tutto ciò che ognuno di voi ha rappresentato per me, perché con voi ho vissuto momenti felici.
Concludo con una frase di Marcel Proust “Dobbiamo essere grati alle persone che ci rendono felici, essi sono i premurosi giardinieri che fanno fiorire la nostra anima”.

Portici, 31 Agosto 2022

IL Dirigente Scolastico
Prof.ssa Antonietta Castigliano

Allegati